Argomenti scottanti Chiudi

Bonus moto 2022, sconto 40% fino a 4.000€: come richiederlo

Draghi conferma il bonus moto 2022 per l’acquisto di motocicli, scooter elettrici e quadricicli: come richiederlo? Sconto del 40% fino a 4.000€ senza ISEE.

Dopo l’approvazione definitiva dei nuovi incentivi auto 2022 con o senza rottamazione, Draghi conferma anche il bonus moto 2022 per l’acquisto di veicoli a due ruote elettrici e non. Come funzionano?

Si avvicina la bella stagione e arriva il momento di tirare fuori le moto dal proprio garage: spostarsi sulle due ruote in città è un vantaggio sia in termini di tempo di percorrenza, sia in termini di temperatura. Non hai uno scooter? Questo è il momento giusto per acquistarlo!

Grazie al bonus moto 2022 puoi ottenere uno sconto del 40% sul nuovo acquisto, fino a un massimo di 4.000 euro: un’occasione unica per rottamare un vecchio mezzo, oppure per acquistare il tuo primo scooter.

Vediamo subito come funziona il bonus moto 2022, quali sono gli incentivi, quanto si risparmia e quali sono i migliori modelli da acquistare. Guida completa.

Bonus moto 2022 fino a 4.000 euro per tutti! Come averli?

Al via i bonus moto 2022 – introdotti da gennaio 2022 e confermati almeno fino al 2030 – per l’acquisto di veicoli a due ruote, scooter, motocicli, ciclomotori, o quadricicli leggeri con uno sconto fino a 4.000 euro sul prezzo di listino. 

Il Governo Draghi ha confermato moltissime agevolazioni per tutti e senza ISEE per incentivare la mobilità sostenibile: a partire dal bonus bici e monopattini da 750 euro (scadenza al 13 maggio), fino al bonus trasporti pubblici per le famiglie, passando per gli incentivi auto 2022 fino a 5.000 euro senza ISEE.

Anche i bonus moto 2022 si inseriscono in questo contesto: da un lato si intende favorire lo sviluppo del settore e diffondere i veicoli green; mentre dall’altro lato si intende rinnovare il parco circolante con gli incentivi rottamazione 2022.

Il Governo Draghi ha stanziato 8,7 miliardi di euro fino al 2030: l’Ecobonus moto e scooter, però, durerà solo per un triennio, fino al 2024. Le risorse a disposizione sono pari a 15 milioni di euro per il 2022.

Vediamo più nel dettaglio come funziona il bonus moto 2022, a chi spetta, quali sono gli sconti e tutto quello che c’è da sapere: un breve video (disponibile anche su Youtube) che riassume tutte le informazioni più importanti.

[embedded content]

Bonus moto 2022, sconto del 30% o del 40%: gli incentivi

Il bonus moto consiste in un’agevolazione che permette di risparmiare sull’acquisto di motocicli e ciclomotori, ovvero veicoli a due ruote di categoria L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e o L7e, ma anche quadricicli leggeri. Lo sconto viene applicato direttamente sul prezzo da listino e permette di scalare fino al 40% del costo complessivo.

Più nel dettaglio, è possibile scegliere tra due diverse opzioni per l’acquisto di una moto ad alimentazione elettrica:

  • bonus moto fino al 30%, fino a un massimo di 3.000 euro;
  • bonus moto fino al 40%, fino a un massimo di 4.000 euro.

Per ottenere lo sconto più elevato, ovvero 4.000 euro in meno sul prezzo finale del motociclo o ciclomotore, però, è necessario effettuare – contestualmente all’acquisto – la rottamazione di un veicolo precedente.

Per l’acquisto di un veicolo con alimentazione non elettrica, invece, lo sconto previsto dal bonus moto è sempre pari al 40% del prezzo finale, ma solo fino a 2.500 euro massimi. In questo caso, inoltra, la rottamazione è obbligatoria per ricevere lo sconto, oltre alla possibilità di ottenere un ulteriore 5% (o superiore) in meno sul prezzo finale applicato direttamente dal venditore.

Per l’Ecobonus moto 2022 le risorse a disposizione sono pari a 15 milioni di euro, mentre per l’acquisto di motoveicoli con alimentazione non elettrica le risorse stanziate ammontano a 10 milioni per il 2022, e 5 milioni di euro per il 2023 e il 2024.

Bonus moto 2022: come ottenere fino a 4.000 euro di sconto

Come si può ottenere un bonus moto fino a 4.000 euro senza ISEE? Esiste una sola alternativa che permette di ottenere lo sconto massimo sull’acquisto effettuato. Quale?

Tutti coloro che acquisteranno, nel corso del 2022 o nei prossimi anni, un veicolo a due ruote di categoria L, ad alimentazione elettrica, ed effettueranno contestualmente la rottamazione di un veicolo precedente, avranno diritto a uno sconto sul prezzo di acquisto fino a 4.000 euro (ovvero pari al 40%).

Il legislatore, così facendo, ha voluto premiare maggiormente tutti i cittadini che intendono acquistare un motoveicolo ad alimentazione elettrica. L’obiettivo dei bonus moto è appunto lo sviluppo e la diffusione dei veicoli green, a basso impatto ambientale, oltre alla riduzione dei veicoli inquinanti attualmente in uso.

Ciò non significa che coloro che sceglieranno di acquistare un motore diverso dall’elettrico non possano godere degli sconti. Anzi, per risollevare le vendite e tutto il settore sono stati confermati anche sconti per altre tipologie di motoveicoli non elettrici, nel limite di 2.500 euro ciascuno.

Bonus moto 2022: i requisiti per ricevere lo sconto

Come abbiamo visto, il bonus moto 2022 spetta a tutti a prescindere dall’ISEE: possono ottenerlo le famiglie con ISEE basso e anche chi possiede un ISEE alto. 

Esistono, però, dei requisiti da soddisfare per quanto riguarda il veicolo da rottamare, piuttosto che il modello da acquistare per ottenere fino a 4.000 euro di sconto sul prezzo da listino. Ecco i dettagli.

Anzitutto, come abbiamo già ribadito, per ottenere lo sconto massimo fino a 4.000 euro è necessario effettuare la rottamazione di un veicolo precedente e acquistare un motoveicolo elettrico. Quali caratteristiche deve avere per poter essere considerato “valido” e per poter godere degli incentivi?

Il veicolo elettrico acquistato deve appartenere alla classe ambientale Euro 5 o superiore, mentre il veicolo da rottamare deve risultare in regola con la targa. In altre parole, non è possibile portare in rottamazione un veicolo privo di targa.

Quali modelli di moto si possono rottamare per ottenere il bonus fino a 4.000 euro? Il veicolo deve appartenere a una classe ambientale compresa tra Euro 0 ed Euro 3, oltre ad essere intestato da almeno un anno a colui che fruisce del bonus moto 2022 (o al massimo a un suo familiare convivente).

Bonus moto 2022: come richiederlo subito!

Come richiedere il bonus moto 2022? Come avviene anche per gli incentivi auto, anche per gli Ecobonus moto il cliente non dovrà far altro che affidarsi a un concessionario.

Una volta scelto il motoveicolo o ciclomotore da acquistare, sarà il venditore a dover accedere alla piattaforma Ecobonus del MISE per prenotare gli incentivi corrispondenti al modello acquistato dall’acquirente. A questo punto, lo sconto sarà applicabile direttamente sul prezzo di acquisto, fino a un massimo di 4.000 euro.

Il bonus moto 2022 ha una scadenza lunga, ma come avvenuto in passato, le risorse potrebbero esaurirsi presto: per questo motivo è bene prenotare da subito il proprio veicolo a due ruote per poter godere di sconti fino a 4.000 euro.

Il Governo ha confermato l’Ecobonus per i prossimi tre anni, mentre l’impegno e il sostegno al settore sono stati assicurati almeno fino al 2030.

Bonus moto 2022: i modelli più venduti

Quali sono i modelli di moto e scooter più venduti, e che beneficiano del bonus fino a 4.000 euro?

Tra i modelli a due ruote maggiormente apprezzati c’è Benelli Trk, che grazie al suo enorme successo sta diventando una vera e propria moda, quasi virale. Design accattivante e prestazioni sopra la media: monta un motore bicilindrico da 500 cc e vanta 47.6 cavalli. Le ruote montano cerchi del 17’’ e una forcella upside-down. 

Il prezzo? Benelli Tkr ha un costo attorno al 5.990 euro, ma grazie ai bonus moto 2022 e a tutti gli sconti sin qui descritti si può acquistare a un prezzo pari a quello di uno scooter.

Notizie simili