Argomenti scottanti Chiudi

Bonus acqua potabile: requisiti e istruzioni del Fisco

Dopo il Bonus Luce e Gas spunta il Bonus acqua potabile, che prevede uno sconto del 50%. Ecco a chi spetta.
Dopo il Bonus Luce e Gas spunta il Bonus acqua potabile, che prevede uno sconto del 50%.

Dopo il Bonus Luce e Gas spunta il Bonus acqua potabile, che prevede uno sconto del 50%.

Il bonus acqua potabile previsto dalla Legge di Bilancio 2021 è riconosciuto a tutti coloro che acquistano sistemi per migliorare la qualità dell’acqua da bere in casa o in azienda.

Dunque, l’obiettivo di questa agevolazione è quello di acquistare e installare sistemi di filtraggio, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica alimentare e mineralizzazione. Inoltre, si mira a ridurre il consumo di plastica.

Il Fisco con il provvedimento del 16 giugno 2021 ha approvato il modello per la comunicazione da inviare entro febbraio 2022.

La Manovra ha stanziato un budget di 5 milioni di euro per finanziare il bonus acqua potabile.

Bonus acqua potabile: chi sono i soggetti beneficiari?

Il bonus acqua potabile è un’agevolazione che spetta a:

  • persone fisiche;
  • gli enti non commerciali, compresi gli enti del Terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti;
  • i soggetti esercenti attività d’impresa, arti e professioni.
Bonus acqua potabile: a quanto ammonta il credito d’imposta?

La Legge di Bilancio 2021 ha istituito il credito d’imposta pari al 50% della spesa sostenuta fino a un massimo di:

  • 000 euro per ogni immobile adibito ad attività commerciali per gli esercenti attività d’impresa, arti o professioni e gli enti non commerciali;
  • euro per le persone fisiche per ciascun immobile.
Bonus acqua potabile: entro quando inviare la comunicazione al Fisco?

L’arco di tempo fissato per inviare una comunicazione delle spese sostenute è dal 1° al 28 febbraio 2022.

La comunicazione deve essere presentata telematicamente al Fisco tramite:

  • i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate, nel rispetto dei requisiti definiti dalle specifiche tecniche;
  • il servizio web disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Amministrazione fiscale.

Una volta presentata la comunicazione è rilasciata una ricevuta che ne attesta la presa in carico.

È possibile che, a seguito dei controlli formali dei dati contenuti, la richiesta sia scartata.

Bonus acqua potabile: modalità di pagamento

Per ottenere il bonus acqua potabile è necessario che gli acquisti siano documentati ad hoc da una fattura elettronica o un documento commerciale in cui sia riportato il codice fiscale del soggetto che richiede il credito.

Il pagamento delle spese va effettuato con versamento bancario o postale o con altri sistemi diversi dal denaro contante.

Una volta ottenuto il bonus acqua potabile, la misura potrà essere usata in compensazione tramite F24.

Argomenti: Bonus Acqua, Bonus e detrazioni
SULLO STESSO TEMA
Notizie simili
Le news più popolari della settimana