Argomenti scottanti Chiudi

Attento Jannik, Hurkacz va veloce. Fuori Medvedev

Corre veloce Hubert Hurkacz, in corsa con Jannik Sinner per uno degli ultimi posti alle Nitto ATP Finals di Torino. Il polacco, migliore amico dell...

Corre veloce Hubert Hurkacz, in corsa con Jannik Sinner per uno degli ultimi posti alle Nitto ATP Finals di Torino. Il polacco, migliore amico dell'altoatesino che ha sconfitto in finale a Miami, è un grande appassionato di auto da corsa e di Formula 1.

Da bambino collezionava modellini, poi ha iniziato a seguire con assiduità le gare di Formula 1. "Mi piacciono le McLaren, i miei piloti preferiti sono Lando Norris e Daniel Ricciardo" ha detto. Gli piace anche Charles Leclerc, il monegasco della Ferrari che nell'ultimo gran premio in Turchia ha sognato il podio.

Hurkacz invece sogna l'allungo decisivo per Torino, grazie al 61 63 sul russo Aslan Karatsev che gli permette di tornare ai quarti a Indian Wells per la seconda rdizione consecutiva.

"Naturalmente voglio esserci a Torino" ha detto il polacco, nono nella FedEx Race to Turin e oggi virtualmente ultimo dei qualificati vista l'assenza di Rafa Nadal, che ha ripreso ad allenarsi ma non sa ancora, ha detto, quando tornerà in campo.

Hurkacz ha iniziato il match con 2865 punti, 270 più di Sinner, decimo a quota 2595. Nei quarti, Hurkacz sfiderà il bulgaro Grigor Dimitrov che ha sconfitto la testa di serie numero 1 Daniil Medvedev 46 64 63 recuperando da sotto 1-4 nel secondo set. E' la sua prima vittoria contro un Top 2 dal successo contro Andy Murray a Miami nel 2016.

Showtime ??@dieschwartzman and @CasperRuud98 working on the highlights#BNPPO21 pic.twitter.com/zfQBhgkySS

— BNP Paribas Open (@BNPPARIBASOPEN) October 13, 2021

Non allunga invece Casper Ruud, settimo nella Race con 3015 punti. Il norvegese ha ceduto 63 63 contro Diego Schwartzman che ha festeggiato le 200 vittorie in carriera a livello ATP.

"E' una vittoria importante, perché all'inizio dell'anno ho fatto fatica a esprimere il mio tennis migliore - ha detto l'argentino -. Non è facile per un sudamericano viaggiare sempre senza tornare a casa. Dopo il Roland Garros, quando le bolle si sono allentate, le cose hanno iniziato ad andare meglio". 

Quella contro Ruud non figura però fra le tre vittorie che ha messo l'argentino al primo posto. Nel suo podio, infatti, ci sono i successi contro Zverev allo US Open 2019, contro Nadal a Roma e Thiem al Roland Garros nel 2020.

Notizie simili
Le news più popolari della settimana