Argomenti scottanti Chiudi
 

Amadeus: 'Sogno Dybala all'Inter. Derby prima del Festival di Sanremo, chiamerò Ibra'

Amadeus: 'Sogno Dybala all'Inter. Derby in tv prima del Festival di Sanremo, chiamerò Ibra'
Amadeus è pronto al suo terzo Festival di Sanremo. Il presentatore, tifoso interista, ha dichiarato alla Gazzetta dello Sport: "Speravo che il derby Inter-Milan si giocasse la domenica sera per tornare a San Siro direttamente da Sanremo, come avevo già fatto due anni fa quando vincemmo, ma pazienza. La prima mezz'ora lo seguirò in albergo e poi alla tv del camerino, ma il secondo tempo lo perderò per forza! Certamente mi terranno aggiornato su punteggio e risultato finale. Anche se non volessi saperlo, mi arriverebbe alle orecchie comunque prima di salire sul palcoscenico. Se l'Inter vincesse sarebbe un bel regalo, entrerei con un sorriso doppio: per i nerazzurri e per Sanremo. Sarà una serata ricca: prima il pallone, poi la musica". 

"Mi piacciono tutti per come si impegnano e giocano, lo spirito è giusto. Mai come quest’anno è un lavoro di squadra grazie a Simone Inzaghi e alla società con Marotta. Chiunque può andare in gol. La passione, la meticolosità, si capisce con quanta attenzione studi e cambi la formazione, e l’imprevedibilità: fino all’ultimo può ribaltare il risultato, dopo la Supercoppa non ho dormito per l’adrenalina, e tutti possono segnare. Per me Inzaghi è l’allenatore giovane più forte d’Europa. Conte era un vincente, Simone continua a vincere con il suo stile e la sua personalità e anch’io al Festival ho impresso la mia impronta".

"Gosens è completo, in prospettiva è l’ideale per coprire Perisic. Dybala non si discute. Caicedo il tecnico lo conosce bene, sa come utilizzarlo. Tutti e tre fortissimi". "Balotelli in Nazionale? È la sua ultima occasione della vita, mi auguro che ripaghi la fiducia di Mancini". 

"Ibrahimovic? Sarei davvero felice se giocasse il derby, le grandi sfide vanno giocate con tutti i titolari. Come il Festival, sarebbe sminuito con qualche defezione. Confido nell'abilità di De Vrij e Skriniar per frenarlo. Non l'ho sentito, ma in questi giorni lo chiamerò". "Il Milan è forte. Theo Hernandez e Leao sono velocissimi, Ibra è una forza della natura. Penso che le milanesi si giocheranno lo scudetto fino alla fine".  

Notizie simili
Le news più popolari della settimana