Argomenti scottanti Chiudi
 

Kostic, match da incubo in Bundesliga: il Bayern batte 6-1 l'Eintracht

Kimmich e Pavard in gol nei primi 10', dilagano Mané, Musiala (doppietta) e Gnabry: annichilita la squadra del serbo obiettivo della Juve, anche ammonito.

FRANCOFORTE (Germania) - Potrebbe terminare con una cocente sconfitta per 6-1 l'esperienza di Kostic con la maglia dell'Eintracht Francoforte: nella prima giornata della 60ª edizione della Bundesliga l'obiettivo di mercato della Juve gioca 75' senza incidere, prendendo un giallo e mostrando evidenti segni di delusione in panchina dopo la sostituzione. Una vera macchina da guerra invece il Bayern Monaco, che grazie ai gol di Kimmich, Pavard, ManéMusiala (doppietta) e Gnabry centra i primi tre punti del loro campionato. Inutile il gol di Muani al 64' su un clamoroso errore di Neuer coi piedi fuori area. Un biglietto di presentazione tutt'altro che positivo per la squadra di Glasner, che affronterà il 10 agosto il Real Madrid in Supercoppa Europea.

Eintracht Francoforte-Bayern Monaco 1-6, tabellino e statistiche

Bundesliga, calendario e risultati

Bayern, che esordio: 6-1 esterno all'Eintracht di Kostic

De Ligt parte dalla panchina, al centro della difesa di Nagelsmann ci sono Upamecano ed Hernandez dal 1'. Davanti, senza un centravanti di ruolo dopo l'addio di Lewandowski, i bavaresi si affidano a Gnabry e al neo-acquisto Mané, con Muller ad agire fra le linee. Fra i padroni di casa, invece, l'obiettivo di mercato della Juve Kostic parte titolare dall'inizio sulla fascia sinistra. Pronti-via e il Bayern passa in vantaggio: al 4' punizione da posizione defilata di Kimmich, che dà indicazioni ai compagni per il cross ma beffa Trapp sul palo della barriera con una traiettoria geniale e beffarda. Sei minuti dopo i bavaresi raddoppiano: è Pavard a freddare ancora il portiere avversario con una gran botta di destro in diagonale dopo una mischia in area: per il difensore francese è già il secondo gol stagionale dopo quello in Supercoppa. L'Eintracht sembra però reagire al secondo 'schiaffo' e pochi minuti dopo colpisce una traversa con Tuta, che svetta di testa su un angolo di Kostic. Al 23' clamoroso errore di Muller, che servito da Gnabry a porta vuota colpisce il palo incespicando sul pallone. Pochi minuti dopo, è Musiala a sfiorare ancora il tris colpendo la traversa con un tiro al volo da centro area. Alla mezz'ora è Mané a firmare il tris: cross di Gnabry e colpo vincente dell'ex Liverpool che segna il suo primo gol in Bundesliga e fa 3-0. L'Eintracht è in balìa dei bavaresi, che al 36' firmano anche il poker con Musiala servito al centro dell'area da un ottimo passaggio smarcante di Muller. Prima dell'intervallo, arriva anche il quinto gol per la squadra di Nagelsmann: è Gnabry a beffare ancora Trapp in uscita con un pallonetto. Nel secondo tempo, il VAR annulla il gol dell'1-5 firmato da Jakic in avvio ma i padroni di casa trovano ugualmente il gol della bandiera: è Muani a punire un dribbling fuori area avventato di Neuer e a beffarlo al 64'. Al 75' Kostic viene sostituito dopo un cartellino giallo rimediato per una protesta velleitaria su una rimessa laterale, e al momento del cambio mostra tanto nervosismo in panchina. All'80' entra in campo De Ligt e, tre minuti dopo, Musiala firma il definitivo 6-1 e la sua doppietta personale. 

Nagelsmann su De Ligt: "Grandi aspettative su di lui, sarà importante"

Guarda il video

Nagelsmann su De Ligt: "Grandi aspettative su di lui, sarà importante"
Notizie simili