Argomenti scottanti Chiudi

Il fastidio di lunga data prevede le possibilità di titolo dei guerrieri

I Golden State Warriors sono in una situazione difficile.

Ads

Getty/Yong Teck Lim Patrick Beverley dei Los Angeles Clippers prende in carico Steph Curry dei Golden State Warriors durante la partita 4 del Round 1 nei playoff NBA 2019 allo Staples Center di Los Angeles.

I Golden State Warriors sono in una situazione difficile.

Dopo aver subito forse una delle peggiori perdite nella storia dei playoff in franchising, la serie torna al Chase Center dove i Dubs hanno la possibilità di chiudere i Grizzlies una volta per tutte. Secondo Warriors PR, la perdita di 39 punti è stata la quinta più grande sconfitta nei playoff nella storia della franchigia. È stato il più brutto dal 21 aprile 2014, quando i Dubs sono caduti contro i Clippers di 40 punti in Gara 2 del Primo Round.

I Grizzlies non avranno Ja Morant per il prossimo futuro, ma ciò non ha impedito alla chiassosa superstar di esprimere la sua fiducia nella sua squadra.

I giocatori dei Warriors saranno i primi a dire a chiunque di essere caduti nel loro sforzo di Game 5. Klay Thompson ha ammesso che i Warriors non hanno mai avuto il controllo del gioco.

“Dal suggerimento di apertura, non abbiamo avuto un grande flusso”, ammette Thompson al post-partita dei media. “Erano più aggressivi di noi, riflesso in 30 tiri liberi contro i nostri 13”.

I Dubs hanno perso molto all’intervallo, ma il terzo quarto, quando sono stati battuti 42-17, è stato davvero ciò che ha reso il loro sforzo imbarazzante. Steph Curry, Jordan Poole e Thompson hanno terminato la partita rispettivamente a -37, -34 e -45.

I guerrieri moderni non sono gli stessi delle squadre di guerrieri del campionato del passato

Il Memphis è andato 20-5 durante la stagione regolare senza Morant, quindi sono stati molto capaci di vincere Gara 5 senza la loro stella. Il problema era che nessuno avrebbe potuto prevedere che i Dubs sarebbero rimasti indietro di oltre 50 punti.

Le persone sono state colte alla sprovvista dalla brutta perdita a causa di quanto siano stati dominanti i Warriors durante l’alta stagione 2015-19. L’ex Warriors Richard Jefferson ha detto su ESPN “NBA Today” come questa attuale variazione dei Warriors non sia qualcosa che è abituato a vedere.

“Sei semplicemente esploso a livello storico: a un certo punto erano scesi di 55 [points]”, dice Jefferson. “Quella non è la squadra dei Warriors che ho imparato a conoscere, rispetto e a volte devi temerli, non è la stessa squadra”.

PlayVideoIl video relativo al fastidio di lunga data predice le possibilità del titolo dei guerrieri2022-05-13T03:42:11-04:00Patrick Beverley ha pensieri per i dubbiosi

Patrick Beverley, che ha avuto molte dure battaglie con Curry e i Warriors, non ha accettato i commenti di Jefferson.

“Quella squadra che ha vinto il campionato, non so cosa stiate combinando”, dice Beverley in effetti. “Questo è il Golden State Warriors di cui stiamo parlando, amico… quel ragazzo laggiù [Jordan] Poole può fare il cerchio. Questo ragazzo [Jonathan] Kuminga… il ragazzo può fare il canestro.

Il Beverley ha giocato contro i Warriors durante i playoff del 2016 e del 2019, entrambi terminati con una sconfitta per il fastidioso difensore. Avendo un posto in campo per il dominio dei Dubs, potrebbe sapere una cosa o due su quanto possano essere dominanti i Warriors.

“Hanno intenzione di giocare contro chiunque nella Eastern Conference per il campionato”, afferma Beverley.

Questa potrebbe essere l’unica volta in cui i fan di Dubs e Beverley saranno d’accordo su qualcosa. Per quel che vale, i fan probabilmente trattengono il respiro e sperano che Beverley sia chiaroveggente per una volta.

Ads

Notizie simili
Le news più popolari della settimana