Argomenti scottanti Chiudi
 

Sassuolo-Juventus, la diretta 0-0: Szczesny attento su Berardi

Allegri: «Per il quarto posto è ancora lunga, facciamo un passo alla volta». Dionisi;: «Non abbiamo niente da perdere»
di Paolo Tomaselli

Allegri: «Per il quarto posto è ancora lunga, facciamo un passo alla volta». Dionisi;: «Non abbiamo niente da perdere»

Ore 21:28 - 42’

Raspadori arriva così in doppia cifra, 10 reti in questo campionato. Per Berardi invece quello di stasera è l’assist numero 12.

Ore 21:23 - 39’: gol di Raspadori

Alla fine passa il Sassuolo. Segna Raspadori al termine di una splendida azione. Scamacca recupera palla su Morata. Kyriakopoulos si accentra dalla sinistra, tocca per Berardi che, di tacco, libera Raspadori, bravo a calciare col sinistro e battere così Szczesny sul primo palo.

Ore 21:21 - 37’

Ancora una conclusione verso la porta per il Sassuolo. Frattesi ci prova con il sinistro a giro, ma il tiro è centrale. Szczesny blocca senza problemi.

Ore 21:20 - 33’: occasione per Scamacca

Buona occasione per il Sassuolo. Scamacca in area di rigore calcia forte col destro di prima intenzione, Szczesny para d’istinto.

Ore 21:18 - 30’

Szczesny lancia lunghissimo con le mani verso Dybala in mezzo al campo. L’argentino prova addirittura la conclusione quasi da centrocampo: parata semplice per Consigli.

Ore 21:14 - 28’

Morata fa partire l’azione della Juventus lanciando largo per De Sciglio a destra. Cross all’indietro per il liberissimo Dybala che ci prova col destro ma viene ribattuto dal muro neroverde. Bianconeri vicini al vantaggio

Ore 21:11 - 26’

Errore in impostazione di Dybala, Berardi riparte verso la porta della Juventus e scarica col destro ad incrociare. Tiro non angolatissimo ma potente, attento Szczesny che devia in angolo.

Ore 21:09 - 23’

Bernardeschi a terra, problema al gluteo destro per il centrocampista della Juventus. Si rialza aiutato dallo staff medico.

Ore 21:04 - 20’

Ottimo momento per il Sassuolo. Bene Raspadori, che la Juve fatica a contenere. Per il momento la squadra di Allegri sta agendo soprattutto in contropiede.

Ore 21:03 - 17’

Calcio d’angolo a rientrare di Berardi, stacca bene di testa Frattesi, in anticipo su Rabiot, il pallone finisce alto di poco.

Ore 21:01 - 14’

Scamacca trova al limite dell’area Berardi che sfida Rugani in velocità e prova a calciare col sinistro. Ma la conclusione dell’esterno neroverde è respinta sul più bello.

Ore 20:58 - 12’

Squillo della Juventus. Bernardeschi scende sulla destra, tocca all’accorrente De Sciglio che crossa al centro di prima: attento Consigli in uscita.

Ore 20:56 - 10’

Buona occasione per il Sassuolo. Raspadori si accentra dalla sinistra e fa partite un tiro col destro mirando il secondo palo: pallone fuori di poco

Ore 20:54 - 9’

Allegri già molto attivo a bordo campo. Parla tanto con Chiellini, che oggi è appunto in panchina.

Ore 20:52 - 6’

Punizione da buona posizione per la Juventus. Calcia Morata col destro, pallone ampiamente alto sopra la traversa.

Ore 20:46 - Partiti

Iniziata Sassuolo-Juventus. Subito un fallo duro, dopo neanche trenta secondi, di Alex Sandro su Berardi.

Ore 20:40 - Ecco le squadre

Le due squadre sono entrate in campo. Tutto pronto per l’inizio della partita. Juve in maglia gialla, Sassuolo con il classico neroverde.

Ore 20:11 - Juve, il dato favorevole

La Juventus ha vinto le ultime tre gare in trasferta in serie A e non arriva a quattro successi consecutivi fuori casa in campionato da febbraio 2019, quando in panchina c’era proprio Massimiliano Allegri (in quella striscia anche una vittoria per 3-0 con il Sassuolo).

Ore 19:52 - Le formazioni ufficiali

Sono ufficiali le formazioni. Rispetto alle ultime indicazioni nella Juventus la sorpresa è Rugani. Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches, Kyriakopoulos, Ayhan; Maxime Lopez, Frattesi; Berardi, Raspadori, Traoré; Scamacca. Allenatore: DionisiJuventus (4-4-2): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Bernardeschi, Zakaria, Danilo, Rabiot; Dybala, Morata. Allenatore: Allegri

Ore 19:38 - Fuori anche De Ligt

Ultime indicazioni sulla formazione che Massimiliano Allegri schiererà questa sera contro il Sassuolo. Fuori anche De Ligt, non al meglio, dal 1’ minuto in difesa giocheranno Bonucci e Rugani, con ai lati De Sciglio (anche Cuadrado è k.o.) e Alex Sandro.

Ore 19:29 - Due bomber

Qualora dovesse entrare in campo, quella di stasera tra Vlahovic e Raspadori potrebbe essere una sfida tra gli unici due giocatori nati dall’1/1/2000 ad aver segnato almeno nove gol in questo campionato. Raspadori potrebbe diventare il primo italiano nato negli anni 2000 ad andare in doppia cifra in un singolo torneo di serie A. Vlahovic è già ora l’unico giocatore nato negli anni 2000 ad esserci riuscito due volte.

Ore 19:08 - I precedenti

Sono 12 le vittorie della Juventus nei 17 precedenti in serie A con il Sassuolo. Poi tre pareggi e due successi dei neroverdi, tra cui quello nel match d’andata. Solo in una stagione (due pareggi nel 2019/20) la formazione emiliana è riuscita a rimanere imbattuta in entrambe le partite di campionato contro la Juve.

Ore 18:32 - Vlahovic può partire fuori

Potrebbe star fuori Dusan Vlahovic. Allegri pensa all’attacco da schierare questa sera e potrebbe dare un turno di riposo al centravanti serbo. In quel caso dal primo minuto partirebbero Morata e Dybala.

Ore 17:08 - Tifoso bianconero doc

Il presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, è un tifoso juventino doc e stasera sarà allo stadio. Intervenendo su Radiorai a «La politica nel pallone», ha commentato il big match e la classifica: «Se la Juventus avesse avuto Vlahovic dalla prima giornata, avendo perso un giocatore come Ronaldo, avrebbe avuto qualche punto in più. In ogni caso credo sia giusto mettere a riparo la Champions League e mettere le basi sul futuro, con qualche innesto che permetta un salto di qualità. Come rosa mi sembra più debole di quelle che ha davanti». Naturalmente, un sostegno va anche alla squadra di casa: «Non posso nascondere il tifo bianconero, ma il Sassuolo è una delle più belle realtà per come si concepisce la gestione di una società di calcio in epoca moderna». Inoltre, «ho esultato qualche giorno fa perché il Modena è tornato in Serie B dopo tanti anni, ma faccio i miei auguri anche alla Reggiana in vista dei playoff. Speriamo nei prossimi anni di tornare ad avere anche più squadre in serie A».

Ore 13:00 - Probabili formazioni

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrari, Kyriakopoulos; Maxime Lopez, Frattesi; Berardi, Raspadori, Traoré; Scamacca. Allenatore: Dionisi Juventus (4-2-3-1): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, De Ligt, Pellegrini; Zakaria, Rabiot; Bernardeschi, Dybala, Morata; Vlahovic. Allenatore: Allegri Arbitro: Maresca di Napoli

Ore 12:30 - Tre ballottaggi per Dionisi

Alessio Dionisi, invece, ha quasi solo certezze. L'unico vero dubbio è la presenza o meno di Harroui, che dopo tre giorni di fila di lavoro differenziato va verso il forfait. Per il resto, a parte Toljan che ha terminato la stagione, non ci sono assenti e il tecnico neroverdi ha grande abbondanza. Sono tre i ballottaggi aperti, tutti in difesa: a destra Muldur e Tressoldi, a sinistra Kyriakopoulos o Rogerio, al centro Ayhan o Chiriches. Per il resto squadra tipo col rientro di Berardi nel tridente alle spalle di Scamacca e panchina per Defrel e Djuricic. Il Sassuolo, già salvo, non ha più ambizioni per questo campionato ma ci tiene a ben figurare: «L'obiettivo è riscattare la sconfitta con il Cagliari e fare il massimo sapendo che potrebbe non bastare. Ma noi non abbiamo niente da perdere e sappiamo di avere le qualità per metterli in difficoltà», ha ribadito il tecnico neroverde.

Ore 12:15 - Allegri: «Non siamo ancora in Champions»

Allegri non ha risolto del tutto il rebus della continuità, per cui tiene i suoi sulla corda «Non siamo ancora matematicamente in Champions e quindi dobbiamo andarci piano. Aver raggiunto la finale di Coppa Italia (battendo anche al ritorno la Fiorentina, ndr ) ci consente di giocarci un trofeo contro la squadra più forte. Facciamo un passo alla volta e cerchiamo di non fare un fuori giri».

Allegri sottolinea poi che «ci conosciamo anche meglio, quindi le basi per il prossimo anno ci sono», ma se serve un’intera stagione a un allenatore che conosceva già l’ambiente e a una squadra che ha cambiato pochi elementi per «conoscersi», allora è lecito pensare che le manovre di ricostruzione siano andate in modo più lento del previsto. Anche per questo, non sono ammessi intoppi in questo finale, semplificato dalle sconfitte di tutte le concorrenti. Sassuolo, Venezia, Genoa, Lazio e Fiorentina ora rappresentano comunque un calendario non banale per la Juve. Allegri, già in emergenza a centrocampo, ha Danilo non al meglio e deve rinunciare a Cuadrado, non convocato per un affaticamento all’adduttore. Assenze pesanti, che almeno aiutano a tenere gli occhi bene aperti.

Ore 12:10 - Il pensiero va a Tacconi

Il primo pensiero della Juventus va a Stefano Tacconi, ricoverato all’ospedale di Alessandria dopo l’aneurisma cerebrale di sabato mattina. Le condizioni del portiere che ha vinto tutto con i bianconeri sono «ancora serie ma stazionarie e la stazionarietà in questo caso è un evento favorevole» come spiega Andrea Barbanera, direttore della Struttura di Neurochirurgia.

«A Stefano faccio un grosso in bocca al lupo, sperando di vederlo presto» dice Massimiliano Allegri prima della trasferta in casa del Sassuolo, una delle avversarie che ha vinto allo Stadium. «È difficile parlare di calcio in momenti del genere, ma c’è una partita importante da giocare. Sarà difficile per noi, perché loro dopo una sconfitta sono ancora più ostici. O faremo la gara giusta o si esce con le ossa rotte» avverte Allegri.

Ore 12:00 - Dove vederla in tv

Si gioca lunedì sera, ore 20.45, l'ultima partita della 34ª giornata di serie A. La Juventus scende in campo a Reggio Emilia, casa del Sassuolo, per consolidare il quarto posto approfittando della sconfitta di sabato della Roma (3-1 in casa dell'Inter), e per avvicinare il terzo del Napoli, fermato a sorpresa dall'Empoli domenica. Qui le informazioni per seguire la partita in tv.

25 aprile 2022 (modifica il 25 aprile 2022 | 21:28)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie simili