Argomenti scottanti Chiudi
 

Covid, le ultime notizie di oggi dall'Italia e dal mondo | L'indice Rt cala a 0,96

• L’Organizzazione Mondiale della Sanità «raccomanda fortemente» l’antivirale del gruppo Pfizer -
di Silvia Morosi e Chiara Barison

Le ultime notizie di venerdì 22 aprile sull’andamento della pandemia da coronavirus in Italia e nel mondo. Scende l’incidenza a 675 casi per 100mila abitanti

• L’Organizzazione Mondiale della Sanità «raccomanda fortemente» l’antivirale del gruppo Pfizer - il Paxlovid - per i pazienti «a più alto rischio di ospedalizzazione» per forme meno gravi di Covid. • Va a rilento la somministrazione delle quarte dosi di vaccino anti Covid. • In Cdm una bozza che prevede 38 milioni per sanificare i seggi e per garantire il rispetto delle precauzioni Covid nelle operazioni di voto.• L’ultimo bollettino, relativo a venerdì 22 aprile, ha fatto registrare nel nostro Paese 73.212 nuovi casi e 202 decessi.• L’Istituto superiore di sanità ha calcolato l’Rt in diminuzione a 0,96. L’incidenza di casi scende a 675 ogni 100mila abitanti. Aumenta il tasso di occupazione dei posti letto in degenza ordinaria, restano stabili le terapie intensive.• Moderna presenta il suo vaccino «bivalente» da usare come booster contro il Covid.

Ore 19:56 - Vargas Llosa ricoverato per Covid ma le «condizioni migliorano»

Il premio Nobel per la Letteratura Mario Vargas Llosa, 86 anni, è stato ricoverato in una clinica di Madrid per complicazioni relative al Covid-19, ma le sue condizioni evolvono in maniera positiva. Lo hanno reso noto su Twitter i figli Alvaro, Gonzalo e Morgana, assicurando che il padre, grazie alle cure ricevute, sta migliorando. Il ricovero dello scrittore, di cui si ha notizia oggi, è avvenuto «alcuni giorni fa».

Ore 18:42 - Rezza: situazione stabile ma cautela e mascherine al chiuso

«Questa settimana la situazione epidemiologica è abbastanza stabile rispetto alla settimana precedente. Data però l’elevata velocità di circolazione virale, poiché i casi sono ancora molti anche se per fortuna vediamo poche conseguenze in termini di congestione delle strutture sanitarie pure per effetto dei vaccini, è bene mantenere comportamenti ispirati alla prudenza. Quindi, l’uso della mascherina soprattutto in luoghi chiusi e allo stesso tempo completare il ciclo vaccinale con le dosi booster». Sono le parole del direttore Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, per commentare i dati del monitoraggio settimanale sul Covid.

Ore 17:16 - I dati del bollettino: 73.212 nuovi casi e 202 decessi

Sono 73.212 i nuovi casi di Covid in Italia (ieri sono stati 75.020) e 202 i decessi nelle ultime 24 ore (ieri 166), per un totale di 162.466 vittime da febbraio 2020. Il tasso di positività è stabile al 16,7%, calcolato su 437.193 tamponi. E diminuiscono le degenze in ogni area: -155 il saldo dei ricoveri e -4 il saldo delle terapie intensive. (Qui il bollettino integrale)

Ore 16:09 - D’Amato: nel Lazio Sms agli over 80 per ricordare quarta dose

Nel Lazio «presto Sms a tutti gli over 80 per ricordare l’importanza della quarta dose», ha detto l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, nel bollettino Covid quotidiano. Aggiungendo: «Richiesta la chiamata attiva da parte dei medici di medicina generale».

Ore 15:17 - Speranza: la guerra ha sostituito il virus sui media, non nella realtà

Il ministro della Salute Roberto Speranza, nel suo intervento al convegno della Fondazione Atena onlus La salute della donna: politiche per il futuro, ha esortato gli italiani a non abbassare la guardia: «La guerra ha sostituito il virus sui media, non nella realtà — ha sottolineato Speranza —. Occorre tenere l’attenzione alta, provare elementi di prudenza indispensabili e lavorare sui vaccini che ci hanno permesso, nei 6 mesi più difficili dall’autunno alla fine dell’inverno, di non chiudere l’Italia grazie alla percentuale alta di adesioni alle vaccinazioni degli italiani. Paesi con percentuali di immunizzazioni basse, sotto l’Italia, sono stati costretti a chiudere. Se abbiamo retto è proprio grazie ai vaccini, abbiamo raccomandazioni di continuare la campagna di vaccinazione per gli over 80, le fasce fragili over 60 e per chi è in Rsa. E poi, passo dopo passo, valuteremo in seguito».

Ore 14:24 - Malta annuncia la revoca di quasi tutte le restrizioni

Le autorità maltesi si preparano a eliminare alcune misure restrittive. A partire da lunedì 2 maggio l’uso delle mascherine sarà obbligatorio soltanto negli ospedali, nelle cliniche sanitarie, nelle case di riposo e sugli aerei. Il vicepremier e ministro della Sanità Chris Fearne ha invitato le persone ad agire in modo responsabile e a indossare comunque le mascherine nelle aree al chiuso affollate, compresi i mezzi di trasporto pubblico. Nessuna restrizione per matrimoni e feste.

Inoltre, le misure di quarantena saranno rimosse per tutti tranne che per chi risulta positivo. Dopo sette giorni, la persona risultata positiva dovrà sottoporsi a un test rapido e una volta che questo risulterà negativo si porrà fine all’isolamento. Se la persona risulta ancora positiva, il periodo di quarantena sarà applicabile per altri tre giorni.

Ore 13:27 - Positivi Mastella e la moglie

Con un post su Facebook il sindaco di Benevento Clemente Mastella annuncia di aver contratto il virus assieme alla moglie, la senatrice del gruppo Misto Sandra Lonardo: «Il Covid ha preso me e Sandra. Continuiamo il nostro lavoro da casa. Mi spiace non poter partecipare ad alcune manifestazioni. Chiedo scusa». Lonardo aveva manifestato lievi sintomi influenzali e il tampone ha confermato i sospetti di contagio per lei e per l’ex guardasigilli. Mastella e la moglie osserveranno il periodo di quarantena previsto, fino a tampone negativo, nell’abitazione di Benevento.

Ore 12:23 - India: terza dose gratuita per incentivare immunizzazione

Il Governo indiano ha deciso di rendere gratuita la terza dose booster di vaccino contro il Covid. All’inizio di aprile, la somministrazione del farmaco era stata annunciata prevedendo un esborso di 350 rupie a carico del cittadino (l’equivalente di 3 euro). Inoltre, risale a ieri la comunicazione del ripristino dell’obbligo di mascherina in tutti i luoghi pubblici, pena una multa. L’India, infatti, nell’ultima settimana ha registrato una crescita allarmante dei nuovi positivi (+965). Al momento, la più diffusa risulta essere la variante Xe.

Ore 12:10 - In Alto Adige 420 nuovi positivi e un decesso

Il bollettino Covid dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige riporta un decesso e 420 nuovi casi. La vittima è un uomo ultra 80enne. Il numero complessivo delle vittime della pandemia sale così a 1.459.

Ore 11:45 - In Sicilia nuovo picco di morti nelle ultime 24 ore: il dato schizza a 32

(Salvo Fallica) Nella regione più grande d’Italia continua ad aumentare il numero delle vittime di Covid-19. Nelle ultime 24 ore il dato è schizzato a 32, come nelle fasi più complicate della pandemia. Il dato complessivo dei morti dall’inizio della pandemia da coronavirus è a 10.438. Sono 5.079 i nuovi casi di Covid in Sicilia. Gli attuali positivi sono 123.627 con un decremento di 3.922 casi. I guariti sono 9.953. Negli ospedali siciliani i ricoverati per Covid sono 931, 12 in meno rispetto a ieri, nelle terapie intensive sono 48. A livello di diffusione territoriale dei nuovi contagiati l’area provinciale di Messina balza in testa, seguita da Palermo e Catania.

Ore 11:37 - Record: paziente positivo per 505 giorni

Al congresso della Società Europea di Microbiologia Clinica e Malattie Infettive di Lisbona, gli esperti del King’s College di Londra hanno presentato il caso di un paziente immunodepresso rimasto positivo al Covid per 505 giorni. Dallo studio del caso i ricercatori hanno dedotto che le nuove varianti del virus si siano formate proprio in questo tipo di pazienti che hanno forti difficoltà a guarire.

Ore 10:57 - In Cina 2.119 nuovi casi, 1.931 solo a Shanghai. Lockdown prorogato fino al 26 aprile

Nel corso della giornata di ieri in Cina continentale sono stati registrati 2.119 nuovi casi di Covid, di cui 1.931 a Shanghai. A riferirlo è la Commissione Sanitaria Nazionale nel suo bollettino. La città di Shanghai ha inoltre riferito della presenza di 15.698 positivi asintomatici. Nella metropoli i nuovi decessi sono stati 11, mai così tanti: sale così a 4.674 il totale delle vittime da inizio pandemia. Le autorità cinesi hanno inoltre annunciato che il lockdown duro è prorogato fino al 26 aprile.

Ore 10:51 - In Toscana 4.464 nuovi casi, tasso positività al 17,64%

Il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha comunicato che i nuovi casi di Covid registrati nella Regione sono 4.464 su 25.307 test, di cui 4.243 tamponi molecolari e 21.064 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 17,64%.

Ore 10:41 - In Veneto 6.900 nuovi casi e 11 vittime

Sono 6.900 i nuovi casi di Covid registrati in Veneto, in calo rispetto a ieri (erano 7423). Sono invece 11 le nuove vittime, dato che fa salire il bilancio regionale dei decessi da inizio pandemia a 14.380. Quanto ai vaccini, ieri sono state somministrate 2.364 dosi, di cui il 93,3% sono booster. La copertura vaccinale si attesta all’88,7%.

Ore 10:19 - Pregliasco: «Plausibile pensare a discesa della curva a fine maggio»

«I modelli matematici ad oggi continuano a dirci che questa onda in risalita dovrebbe scendere». Di conseguenza, la curva dei contagi potrebbe scendere verso fine maggio. Lo ha detto il virologo Fabrizio Pregliasco ad Agorà su Rai3. E a proposito delle mascherine ha poi aggiunto: «Dovremmo continuarle a portare almeno fino al 31 maggio, il virus rimarrà con noi anche in estate, ma sicuramente con una minor presenza».

Ore 10:05 - Abruzzo unica Regione con incidenza sopra soglia

Secondo i dati diffusi dall’Iss, questa settimana solo l’Abruzzo registra un’incidenza superiore a 1.000 casi ogni 10mila abitanti, per la precisione 1.040,5. L’Umbria invece supera la soglia di allerta di occupazione nei reparti in area medica con il 37,5%. Nessuna Regione supera invece l’allerta del 10% nelle terapie intensive.

Ore 09:00 - Iss: l’indice Rt in diminuzione a 0,96, cala anche l’incidenza

Secondo le stime dell’Istituto superiore di sanità l’indice Rt è sceso allo 0,96% (la scorsa settimana era a 1). Diminuisce anche l’incidenza di casi ogni 100mila abitanti, che passa da 717 a 675 casi. Stabile l’occupazione nelle terapie intensive che si attesta al 4,2%. Aumenta invece il tasso di occupazione in degenza ordinaria che passa dal 15,6% al 15,8%.

Ore 08:38 - Vaccini: 136.514.986 dosi somministrate, l’89,99% ha completato il ciclo vaccinale

Ammontano a 136.514.986 le dosi di vaccino contro il Covid somministrate dall’inizio della campagna vaccinale in Italia. L dosi sono ripartite tra le varie tipologie di farmaco approvate: 95.340.672 di Pfizer/BioNtech, 25.446.672 di Moderna, 11.514.521 di Vaxzevria-AstraZeneca, 6.726.091 di Pfizer pediatrico, 1.849.465 di Janssen e 1.023.000 di Novavax. Attualmente, ha completato il ciclo vaccinale l’89,9% delle persone over 12. Tuttavia, i guariti da meno di 6 mesi che non hanno ricevuto nessuna dose di vaccino sono il 3,41%. La dose di richiamo è stata invece somministrata all’84,01% della platea interessata. Infine, il 91,45% ha ricevuto almeno una dose di vaccino.

22 aprile 2022 (modifica il 22 aprile 2022 | 19:59)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie simili