È Willem Dafoe il nuovo direttore artistico della Biennale Teatro

4 giorni ago

L'attore di Povere Creature!, conosciuto al grande pubblico per la sua presenza costante nel mondo del cinema, adora il palcoscenico. «Il teatro mi ha formato e mi ha scosso»

Willem Dafoe - Figure 1
Foto Io Donna

di M.B.

Willem Dafoe è il nuovo Direttore artistico del settore Teatro della Biennale di Venezia per il biennio 2025-2026. L’attore, candidato a quattro Oscar, vincitore nel 2018 della Coppa Volpi per il ruolo di Van Gogh nel film di Julian Schnabel e recente vincitore del Golden Globe grazie a Povere Creature!, è stato nominato dal Consiglio di Amministrazione presieduto da Pietrangelo Buttafuoco.

Dafoe è conosciuto al grande pubblico per la sua presenza costante nel mondo del cinema. Ma anche il teatro fa parte della sua formazione e della sua carriera. È infatti tra i fondatori del leggendario Wooster Group, nato nel 1977, con cui ha lavorato per 26 anni.

Dafoe: «Il teatro mi ha formato e mi ha scosso»

«Sono stato prima sorpreso e poi felice della nomina a Direttore del Festival Internazionale del Teatro della Biennale di Venezia – ha dichiarato l’attore che da qualche anno vive in Italia con la moglie regista Giada Colagrande – sono consapevole di essere noto come attore di cinema, ma sono nato in teatro, il teatro mi ha formato e mi ha scosso. Sono un animale da palcoscenico».

Willem Dafoe - Figure 2
Foto Io Donna

«Il teatro mi ha educato all’arte e alla vita – continua – ho lavorato con il Wooster Group per ventisette anni, ho collaborato con grandi registi, da Richard Foreman a Bob Wilson. La direzione del mio programma Teatro sarà tracciata dalla mia formazione personale. Una sorta di esplorazione dell’essenza del corpo».

«È un onore poter annunciare la nomina di Willem Dafoe – dichiara Pietrangelo Buttafuoco. Il teatro è di fatto la casa originale della sua luminosa carriera. Non vedo l’ora, come tutti, di poter essere spettatore del Festival che costruirà da Direttore Artistico e – dalla sua cattedra di assoluto maestro – vedere crescere nell’arte, le ragazze e i ragazzi del College di teatro».

La carriera poliedrica di Willem Dafoe. Sarà a Venezia con Bettlejuice Beettlejuice

Manca solo l’Oscar all’attore poliedrico e trasformista. Ultimamente lo abbiamo visto in Povere Creature!, il film premiato lo scorso anno con il Leone d’Oro a Venezia e protagonista agli ultimi Academy Awards. Willem Dafoe a Cannes 2024 era tra i protagonisti, insieme ad Emma Stone, del nuovo film di Yorgos Lanthimos, The Kind of Kindness.

A fine agosto lo ritroveremo alla Mostra del Cinema di Venezia in Bettlejuice Beetlejuice, sequel del cult di Tim Burton con Monica Bellucci e Jenna Ortega. La carriera dell’attore americano è costellata da oltre 140 film. Alcuni delle sue interpretazioni sono entrate nella storia del cinema, come il sergente Elias in Platoon di Oliver Stone, il Gesù ne L’ultima tentazione di Cristo di Scorsese, il Goblin nello Spider-Man di Sam Raimi e il Van Gogh di Julian Schnabel. Aspettiamoci altre sorprese nel nuovo Nosferatu di Robert Eggers.

Leggi di più
Notizie simili
Le news più popolari della settimana